L’ultima volta che ho visto un amico………..

 

Il ricordo che brucia.

 

Venne una sera e disse: voglio parlare d’arte con te.

 

Si mise sul divano. Le sue lunghe gambe nei blue jeans.  Il suo sguardo di luce eccitata, quando si tolse gli occhiali scuri.

 

- d’Arte con me. Perbacco ! Vogliamo acculturarci dissi.

Usavamo tra noi toni di rispettosa ironia. Ci sfottevamo.

Riempii due bicchieri di vino ed uno  lo porsi a lui.

Olga si mise a preparare qualcosa per cena.

 

Un’altra estate era finita, raschiata  via. L’indomani saremmo  partiti. Lui era venuto per salutarci.

Ridemmo. Ci sfottemmo. Nessuno poteva immaginare. Presagire.

 

Mi piaceva la sua leale sfrontatezza. La sua generosità. Quel suo  modo di guardare la vita senza abbassare mai lo sguardo.

 

Un giorno si prese una delle mie pipe e non volle restituirmela. Ci tenevo a quella pipa. Era un regalo dei miei alunni.

 

- Che te ne fai, dammela – gli dicevo.

Niente. Non volle restituirmela.

Qualche tempo dopo capii che l’aveva presa solo per avere un mio ricordo.

Era il suo modo di giocare. Con gli altri. Con la vita.

 

Spesso voleva che andassimo a pranzo da lui.

Doveva fare da mangiare. Gli piaceva. Molte altre cose gli piacevano. Ascoltare musica. Andare a pescare. Gli piaceva  il rumore dei motori. Il mare.

Molte ore le dedicava al tornio che aveva in casa e a lavori  di falegnameria.

Beveva. Sentiva la bellezza della vita e la sfidava.

Sentiva il fascino della velocità.

Non l’ho visto mai indossare la maschera dell’ipocrisia e non riesco a dimenticare la luce dell’intelligenza del suo sguardo.

 

Si chiamava Dario, un generoso cow-boy della vita che cavalca ora lungo i sentieri di praterie celesti. 

 

 

Michele Lepore (Da I Rumori del Tempo –Zano editore 2001- per gentile concessione dell’Autore)

 

16 Aprile 2014




Scrivi commento

Commenti: 6
  • #1

    alex (mercoledì, 16 aprile 2014 10:25)

    eh si Dario, il grande, che peccato averlo perso. Un amico burbero.

  • #2

    un amico (mercoledì, 16 aprile 2014 13:20)

    quante litigate per una partita a bigliardo, o per una a carte, e poi padrone e sotto meglio lasciar perdere, è vero una persona ne avverti l'importanza quando ti accorgi di averla persa. Io ringrazio la vita per averlo conosciuto e sopratutto avuto la possibilità di guardarlo in volto così come era una persona timida e profonda che nascondeva le sue paure con la sfrontatezza, ma mai chino o falso con gli amici, alla fine tutto si stemperava con una battuta e un sorriso, si penso che stia cavalcando nelle praterie celesti. Grazie Michele.

  • #3

    piezzo (venerdì, 18 aprile 2014 12:13)

    odio le commemorazioni come d'altronde le odiava lui. ma fa piacere ricordare un dissacratore ironico ed intelligente,una pecora "nera" tra tante troppe pecore bianche. un amico

  • #4

    Tiziano (lunedì, 21 aprile 2014 13:31)

    Troppo sincero in un mondo di ipocriti. Ciao Dario.

  • #5

    E.V. (mercoledì, 30 aprile 2014 11:18)

    il ricordo che brucia. e come non dovrebbe bruciare, un assenza, una mancanza, un pezzo di me, di noi, che scomparso improvvisamente rivive solo nei ricordi e nei pensieri.
    un ottimo affresco di quell'immagine, anche se l'uomo non amava essere affrescato, e si era una pecora nera del gregge, ma mai pecora, mai indomito, sempre a fronte alta e sgurado aperto. un grande

  • #6

    A.A. (lunedì, 05 maggio 2014 12:32)

    io l'ultima volta che l'ho visto era davanti ad uno spumantino nel bar.
    Ed è così che lo ricordo e lo voglio ricordare, alla faccia di tutti i benpensanti, i chirichetti e gli agnelli di giorno e puttanieri di notte.
    Alla faccia di chi non ha faccia, solo maschera, ti parlano dietro e davanti sanno solo tacere con gli occhi abbassati.
    Dario un uomo vero, un volto.

Gli autori degli articoli e i responsabili del sito casaledicarinola.info dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori.

La redazione e gli autori partecipano e intervengono nella discussione, in linea con la filosofia di trasparenza e apertura del sito casaledicarinola.info.
  L'amministratore del sito si impegna a moderare nei limiti del regolamento.