Presente...

 

Casale di Carinola scolpisce qui con orgoglio i nomi degli umili suoi figli trasfigurati nella gloria che fra i roveti ardenti su le nivee vette dettero per la patria la vita lieti e fidenti che la terra arrossata dal loro sangue germogliasse in primavera di giustizia e di bontà.

 

 

Caduti nella Guerra 1915 – 1918

 

TENENTI

Cerbarano Giuseppe

Trabucco Silvestro

 

SERGENTI

Fava Nicola

Torrico Pietro

Verrengia Martino

 

CAPORALI

Ambronzino Giacomo (Disperso)

Lepore Quirino (Morto per malattia)

Trabucco Michele

 

BRIGADIERE DEI CARABINIERI

Pietroluongo Luigi (Morto per malattia)

 

CARABINIERI

Angellucci Emilio

Iorio Mario

Passaretti Salvatore

 

SOLDATI

Andolfi Felice (Morto per malattia)

Andolfi Giovanni (Morto per malattia)

Andolfi Salvatore (Morto per malattia)

Bianchini Luigi (Morto per malattia)

Bianchini Mariano(Morto per malattia)

Canale Giovanni (Disperso)

Canzani Michele (Morto per malattia)

Cinquegrana Enrico

Coletta Eleuterio (Morto per malattia)

Corea Bennardo (Morto per malattia)

D’angelo Angelo (Morto per malattia)

De Cristofaro Carmine

Giacca Giovanni

Iannotta Ovideo (Morto per malattia)

La Cioppa Luigi

Lasco Antonio

Lepore Antimo (Disperso)

Migliozzi Salvatore (Morto per malattia)

Napolitano Nicola

Napolitano Pietro

Taffuri Gennaro

Taffuri Giuliano

Taffuri Luigi

Trabucco Raffaele

Ullucci Achille

Vellucci Bennardo (Disperso)

 

FINANZIERE

Iorio Carmine (Disperso)

 


 

Caduti nella Guerra  1940 – 1945

 

TENENTE 

La Prova Alessandro

 

SERGENTE MAGGIORE

Migliozzi Pasquale (Disperso)

 

MARESCIALLO

Lepore Ercole

 

CAPORALE MAGGIORE

Ruosi Carmine

 

CAPORALE

D’Ofrio Giuseppe(Disperso)

Izzo Carmine

 

MARINAIO

Razzino Carmine

 

CARABINIERE

Andolfi Alberto

 

AGENTE DI CUSTODIA

Trabucco Aniceto

 

SOLDATI

Cerbarano Angelo

Corea Camillo

Cusano Antonio

Fava Antonio

Fiorillo Giovanni (Disperso)

Forcina Giuseppe (Disperso)

Imparato Angelo (Disperso)

Imparato Arturo

Lasco Antonio

Migliozzi Giuseppe

Piccirillo Romualdo

Ruosi Alberto

Taffuri Vincenzo (Disperso)

Trabucco Giuliano (Disperso)

 

CIVILI

Andolfi Lazzaro

D’Angelo Emilio

D’Onofrio Mariano

Manera  Nicolina

Napolitano Antimo

Traglia Girolamo

 


 

3 Novembre 2013 By La redazione di Casaledicarinola.info

 



Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    come l'anno scorso (domenica, 03 novembre 2013 23:19)

    "Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati.

    Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità della nazione, andate là, o giovani, col pensiero, perché là è nata la nostra costituzione".

    (Pietro Calamandrei)

  • #2

    a. la vecchia (venerdì, 08 novembre 2013 20:25)

    e "come l'anno scorso" avete sbagliato.
    La frase, bellissima, dell'onorevole(lui si davvero onorevole), Pietro Calamandrei, non ha niente a che vedere con le celebrazioni del 4 Novembre. Questa frase è la conclusione di un discorso che Calamandrei tenne nel 1955 nel corso di un ciclo di conferenze sulla costituzione.

    Invece, come voi ben sapete, il 4 novembre in Italia è la Festa delle Forze Armate, che ricorda la vittoria del Regno d’Italia nella Prima Guerra Mondiale. Il 4 novembre 1918, infatti, entrò in vigore l’armistizio fra il Regno d’Italia e l’Austria-Ungheria. Tra il 4 Novembre 1918 ed il 1955, anno in cui Calamandrei pronunciò questa frase, ci sono esattamente 37 anni di differenza.

Gli autori degli articoli e i responsabili del sito casaledicarinola.info dichiarano di non essere responsabili per i commenti inseriti dai lettori.

La redazione e gli autori partecipano e intervengono nella discussione, in linea con la filosofia di trasparenza e apertura del sito casaledicarinola.info.
  L'amministratore del sito si impegna a moderare nei limiti del regolamento.